Audiolibro, Recensione, Thriller

CARA ROSE GOLD, Stephanie Wrobel

Recensione dell’audiolibro “Cara Rose Gold”

Autrice: Stephanie Wrobel

Lettrice: Elena Scalet

Genere: thriller

Durata: 10 ore e 45 minuti

Piattaforma: Storytel

Prima pubblicazione: 2021

Gradimento personale: ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️/5

I figli non dovrebbero preoccuparsi. Perché è questo che fanno le madri. Proteggono i figli dalle verità più dure per tenerli al sicuro. Prendiamo i colpi perché loro non possano sentire il dolore

Cara Rose Gold

Non sono solita ascoltare audiolibri, ho iniziato da poco e li sento per lo più quando lavoro a maglia (non per vantarmi, ma sono una giovane vecchia). Ho sempre avuto difficoltà a seguirli, non sono mai riuscita a trovare una voce che mi coinvolgesse all’interno della storia, fino a ora.

La voce di Scalet mi ha conquistata subito, una lettura chiara ed espressiva che mi ha conquistata. Solo in pochissimi punti ho sentito la mancanta di un testo al quale appoggiarmi, e solo nei momenti più “confusi” come nei dialoghi rapidi o durante lettura di una serie di SMS. In sintesi, Scalet è sublime.

Ovviamente anche il libro in sè merita: abbastanza lineare da poter essere seguito tranquillamente senza il testo, ma abbastanza contorto da far scoppiare di curiosità il suo ascoltatore.

La storia è cristallina quanto crudele: una madre, Patty Watts, fa credere a tutti che la figlia, Rose Gold Watts, sia ammalata dalla nascita: la affama per renderla debole all’insaputa di tutti, la costringe a trascorrere 18 anni tra cure che non le servono, sedie a rotelle, sondini naso-gastrici e ricoveri in ospedale. Tutto questo per avere il sostegno, l’attenzione e l’ammirazione del vicinato e dei medici.

Il libro si dirama tra passato e presente: il primo offre il ritratto di una Rose Gold finalmente libera dagli abusi subiti dalla madre e alla riscoperta di se stessa, il secondo è ambientato dopo la scarcerazione di Patty e si apre su uno scenario di (apparente) riconciliazione tra mamma e figlia. Di più non mi azzardo a dire perché questa è una storia che si delinea lentamente: una casa di angoscia costruita con calma, mattone dopo mattone.

Mi limito solo a dire che ciò che più mi ha colpita di questo libro è stato il percorso di riscoperta ed evoluzione (o dovrei dire, di degenerazione?) compiuto da Rose Gold. L’ho trovato magistrale, condotto dall’autrice in maniera eccellente e con un’abilità sopraffina.

Ovviamente consiglio questo audiolibro/libro ai lettori, ma soprattutto agli scrittori perché, secondo me, troveranno in Wrobel un modello dal quale imparara per costruire con tanta maestria i loro personaggi più contorti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...